“Caffè” d’orzo e cistite: cosa sapere?

Orzo e cistite: cosa c’è da sapere?

Le infezioni che riguardano le vie urinarie sono sicuramente tra le più fastidiose e spesso i sintomi possono essere alleviati cambiando dieta. L’alimentazione è importante per mantenere il corpo in salute e preferire alcuni cibi rispetto ad altri può contribuire a non favorire la comparsa di alcuni disturbi.

Nel caso della cistite, può essere utile evitare il consumo di caffeina e, quindi, preferire l’orzo, naturalmente privo di sostanze eccitanti e stimolanti.

Scopriamo insieme quali sono i cibi per combattere la cistite e perché orzo e cistite non sono incompatibili.

 

Cos’è la cistite?

La cistite è un’infiammazione della vescica che in genere viene ricondotta a un’infezione del tratto urinario. Tale infezione è molto comune e può avvenire per un’alterazione della flora batterica presente nelle vie urinarie ma anche per l’uso di determinati farmaci o di detergenti intimi non adatti.

La cistite può colpire chiunque ma si verifica molto più frequentemente nelle donne. In genere è un’infiammazione fastidiosa ma non pericolosa.

Tra i sintomi, troviamo il frequente bisogno di urinare, urina torbida o dall’odore forte, sangue nelle urine, dolore durante i rapporti sessuali, sensazione di pressione sulla vescica, crampi all’addome.

La cistite può essere acuta o interstiziale: la prima è una cistite che si manifesta improvvisamente e in maniera sporadica, la cistite interstiziale è di tipo cronico e colpisce più strati di tessuto vescicale.

 

Come si cura la cistite?

La cistite batterica si cura in genere con i farmaci antibiotici, ma i sintomi possono essere attenuati anche attraverso una terapia a base di antidolorifici e antinfiammatori.

Può essere molto utile praticare un po’ di attività fisica per potenziare le difese immunitarie, avere un’accurata igiene intima, preferendo l’utilizzo di indumenti in fibre naturali.

È consigliato anche bere molta acqua per favorire la diluizione della carica batterica.

Inoltre, è accertato che preferire alcuni alimenti rispetto ad altri contribuisce ad alleviare il bruciore e i fastidi causati dalla cistite.

 

Quali alimenti irritano la vescica?

Sono diversi gli alimenti che irritano la vescica e le vie urinarie e che, quindi, andrebbero evitati in caso di infiammazione da cistite. Seguire un’apposita dieta può servire anche a prevenire un’infezione da cistite batterica, oltre all’adozione di alcuni accorgimenti di tipo igienico e comportamentale.

Tra gli alimenti che irritano maggiormente la vescica e che, quindi, sarebbe meglio evitare, ci sono l’alcol, il caffè e la caffeina in genere, l’aceto, il cioccolato, il peperoncino e le spezie, i formaggi stagionati, salse e intingoli vari, oltre a cibi fritti o troppo grassi.

 

Alimenti consentiti in caso di cistite

Anche se nessun alimento può realmente fornire la cura per la cistite, è sempre meglio non consumare cibi che irritano ulteriormente le vie urinarie. Esistono però degli alimenti che possono dare sollievo in caso di cistite.

Tra questi, cibi proteici di origine animale, cereali, prugne, mirtilli, tutti alimenti che acidificano le urine.

Se si assumono antibiotici, è consigliato integrare l’alimentazione con yogurt o altri alimenti probiotici.

Fa bene anche mangiare frutta e verdura, perché ricche di antiossidanti.

 

Cistite: cosa mangiare a colazione

Per la colazione, oltre al succo di mirtillo, efficace per abbattere l’infezione batterica in corso, un’alternativa al cappuccino o al caffè può essere rappresentata dall’orzo. In base alle proprie abitudini, si può bere una tazzina d’orzo preparata ad esempio con Orzo Bimbo solubile o, per chi non vuole rinunciare al rito della caffettiera, con Orzo Bimbo macinato, da solo o con aggiunta di latte.

Per chi invece usa la macchina per il caffè espresso, Orzo Bimbo in capsule è un’alternativa ancora più pratica e veloce.

Essendo privo di caffeina, l’orzo può essere consumato anche con la cistite, per cui si rivela un valido sostituto del caffè e di altre bevande contenenti caffeina.

Magazine

Mai più senza... Orzo un cereale dai mille benefici.
Capsule alternative Dolce Gusto: come sceglierle?

Dolce Gusto capsule alternative: come sceglierle e tipologie Il sistema di capsule Dolce Gusto è un’invenzione Nescafé per conservare al meglio l’aroma del caffè e…

“Caffè d’orzo” e reflusso: cosa c’è da sapere?

Chi soffre di reflusso può bere l’orzo? Chi soffre di gastrite o reflusso sa che ci sono alcuni cibi da evitare, per non irritare lo…

“Caffè d’orzo” e diabete: cosa c’è da sapere?

Bevande d’orzo e diabete: cosa c’è da sapere Il caffè è per molti una piacevole abitudine a cui è difficile rinunciare. Quello che rende il…

Iscriviti alla newsletter