Categorie Bg

Risotto al caffè: la ricetta

Risotto al caffè: le ricette più buone (anche con variante all’orzo)

Il caffè è una delle bevande più diffuse al mondo e da alcuni anni si trova sempre più spesso come ingrediente di ricette insolite e originali. Il risotto al caffè è una di queste e se a qualcuno potrà sembrare un accostamento azzardato, vi assicuriamo che l’abbinamento del caffè col riso è uno dei più intriganti e che vi stupirà già dal primo assaggio.

Per coloro che non amano il caffè o non possono berlo, vi presentiamo anche una variante con l’orzo, perfetta per chi non vuole assumere caffeina.

 

Risotto al caffè: un primo piatto elegante e aromatico

Il risotto al caffè è un piatto da presentare agli ospiti che amano provare nuovi sapori e abbinamenti inediti. Elegante come solo un risotto sa essere, il risotto preparato con il caffè porta con sé tutti i profumi e gli aromi di questa bevanda dall’odore e dal gusto inconfondibili.

Anche alcuni chef famosi usano il caffè per preparare piatti di gran classe e dal gusto inebriante. Per chi si cimenta per la prima volta in una portata che esce dai soliti schemi e sapori, il risotto al caffè è un buon banco di prova per passare a ricette e accostamenti più arditi.

Vediamo insieme come preparare il risotto al caffè, quali sono gli ingredienti che si sposano meglio con questa bevanda e quali varianti sono più indicate per chi non vuole o non può consumare caffè.

 

Risotto al caffè: la ricetta

Non esiste una ricetta del risotto al caffè standard o uguale per tutti, ognuno personalizza il piatto adattandolo ai propri gusti. Vi proponiamo una ricetta base a cui possono essere aggiunti altri ingredienti, qualcuno ve lo suggeriamo noi e per qualcun altro facciamo affidamento sulla vostra fantasia e creatività.

Come varietà di riso, scegliete un Carnaroli o un Vialone nano, per un risotto più cremoso andrà bene anche un Arborio.

Il procedimento per prepararlo

La base del risotto al caffè è uguale a quella di qualsiasi altro tipo di risotto. Tagliare lo scalogno o la cipolla a fettine sottili e versarlo in una casseruola con un filo d’olio. Quando diventa bionda ma non bruciata, aggiungere il riso e farlo tostare. Per sapere quando il riso è correttamente tostato, basta assicurarsi che i chicchi siano traslucidi, di un bel colore ambrato. A questo punto, versare un bicchiere di vino e sfumare, facendo evaporare tutto l’alcol.

Questo è il momento in cui abbassare la fiamma e aggiungere il caffè espresso, continuando a mescolare per far assorbire ai chicchi di riso tutto l’aroma del caffè.

Aggiungere quindi il brodo fino a coprire il riso e completare la cottura mescolando e facendo assorbire tutto il liquido. Salare secondo i propri gusti.

Una volta cotto, spegnere il fuoco e mantecare il risotto con burro e parmigiano.

Impiattare e decorare con il caffè in polvere. Il risotto al caffè va servito caldo.

 

Risotto al caffè: le varianti

Con la ricetta base del risotto al caffè si possono preparare anche delle varianti ancora più gustose. Per un risotto dal sapore più deciso, si può aggiungere del formaggio in fase di mantecatura: brie, taleggio o provola andranno bene, non esagerare, invece, con le quantità o con formaggi dal gusto molto persistente, perché andrebbero a coprire le note aromatiche del caffè.

Per dare maggiore consistenza al gusto di caffè, invece del brodo vegetale si può preparare un infuso a base di chicchi di caffè e limone.

Il risotto al caffè e nocciole è un’alternativa che vede un’aggiunta di nocciole tostate, messe sempre alla fine, per dare croccantezza al piatto.

 

Risotto al caffè senza caffeina

Il caffè è sicuramente una delle bevande più amate dagli italiani ma non tutti possono berlo, a causa della caffeina contenuta. Per tutti coloro che non vogliono rinunciare a un risotto aromatico e speziato, è possibile sostituire il caffè con l’orzo. Invece dell’espresso, basta preparare una caffettiera con orzo tostato e macinato specifico per la moka, versando la polvere direttamente nel filtro, facendo attenzione a riempirlo per metà. La dose giusta è quella di un cucchiaio per ogni tazza.

Per un risotto all’orzo gustoso e profumato, basta seguire le indicazioni per la ricetta del risotto al caffè e sostituire l’espresso con uguale quantitativo di orzo.

Ingredienti per 4 persone

  • riso 320 g
  • scalogno o cipolla 1
  • burro 25 g
  • caffè espresso 120 ml
  • vino bianco 200 ml
  • brodo vegetale q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • caffè in polvere q.b.
  • parmigiano reggiano q.b.

Fatto con

Iscriviti alla newsletter