side-area-logo
I benefici delle fibre


L’EFSA Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, riconosce l’effetto positivo di orzo e avena sul colesterolo LDL, fattore di alto rischio per lo sviluppo di patologie cardiachecoronariche. L’orzo è infatti un’ottima fonte di fibre. Le fibre sono delle molecole di zuccheri semplici unite da legami che i nostri enzimi non sono in grado di scindere e quindi non sono da noi metabolizzabili arrivando inalterate nell’intestino. Sono sostanze comunque essenziali per la nostra salute: si dividono in fibre insolubili e in fibre solubili . Le prime hanno un’azione diretta sulla motilità dell’intestino in quanto ne stimolano la peristalsi, contrastando l’insorgenza della stipsi, aiutano l’espulsione delle tossine e delle sostanze estranee. Le fibre solubili invece per la loro capacità di assorbire acqua e trasformarsi in gel aumentano il senso di sazietà e contribuiscono ad ostacolare l’assorbimento di glucosio e colesterolo . Per questo motivo sono utili per tenere sotto controllo il peso (chi deve stare a dieta ) ,sotto controllo la glicemia e quindi sono adatte alle persone diabetiche e a chi deve ridurre il colesterolo . Le fibre solubili , i betaglucani ,contenute oltre che nell’orzo anche nell’avena essendo facilmente attaccate e fermentate dai batteri (lattobacilli e bifidobatteri) della flora intestinale hanno anche un’attività prebiotica e un’azione migliorativa sulla mucosa intestinale e modulante sul sistema immunitario.

admin