Orzo non solubile: le principali tipologie | Orzo Bimbo

Orzo non solubile: le principali tipologie

L’orzo solubile è sicuramente una delle soluzioni più comuni e pratiche per preparare un’ottima bevanda d’orzo ma non è l’unica. Esistono diverse tipologie di orzo non solubile da cui è possibile ricavare bevande altrettanto gustose e veloci da preparare.

Nella sua versione “naturale” l’orzo viene consumato da secoli ma è diventato una bevanda popolare soprattutto a partire dalla Seconda Guerra Mondiale, quando il costo del caffè era talmente elevato che non tutti potevano permetterselo. Cercando tra le alternative più economiche, l’orzo si è rivelato una bevanda con un gusto molto simile a quello del caffè espresso.

Oggi è ampiamente diffuso l’orzo solubile ma in commercio esistono diverse tipologie di orzo, ognuna con le sue modalità di preparazione e le sue caratteristiche.

 

Orzo solubile o naturale: caratteristiche e differenze

Per orzo naturale, in questo caso, non intendiamo il cereale con cui si preparano ottime zuppe e minestre, ma l’orzo in polvere da preparare con la moka.

Chiamiamo l’orzo “naturale” perché viene consumato senza aggiunta di altri additivi. Per ottenere una polvere da trasformare in bevanda fumante, il chicco d’orzo viene tostato in forno a circa 170-180 gradi e poi viene macinato a grana finissima, con una consistenza simile a quella del caffè in polvere.

Per poter preparare una bevanda da sorseggiare si può usare l’apposita orziera o una normale caffettiera.

L’orzo solubile viene lavorato per essere pronto in maniera istantanea: infatti per preparare una buona tazza di orzo con la polvere solubile basta versarne la quantità desiderata in acqua calda.

Le differenze tra orzo naturale e orzo solubile riguardano soprattutto la modalità di preparazione.

 

Orzo non solubile: le tipologie

L’orzo solubile è sicuramente molto veloce e pratico da usare, perché permette di bere una tazza di bevanda d’orzo anche senza avere attrezzi e strumenti particolari. Esistono però alternative altrettanto valide e adatte a chi ama preparare la propria bevanda con calma e seguendo un rituale preciso.

Tra le diverse tipologie di orzo non solubile c’è sicuramente l’orzo macinato in polvere, senza zuccheri e pronto per essere preparato con la moka o con l’orziera. Privo di caffeina come tutti i prodotti composti al 100% da orzo, può essere consumato in qualsiasi momento della giornata.

Per chi invece non sa rinunciare alla macchina da caffè espresso, sono disponibili sul mercato anche le capsule. Le capsule d’orzo sono pratiche e veloci e consentono di preparare una buona tazza di orzo in pochi minuti. Perfette per una pausa a casa o in ufficio, non hanno controindicazioni e non contengono caffeina.

 

Come preparare una buona tazza d’orzo?

Preparare una bevanda buona e gustosa con l’orzo macinato in polvere è molto semplice, sia che si voglia prepararlo nell’orziera che con la moka. Per l’orziera, è sufficiente riempire il filtro con un cucchiaio di orzo macinato per ogni tazza, mentre per la caffettiera basta riempire il filtro a metà senza fare pressione.

Il procedimento è lo stesso del caffè, per cui ci vorranno pochi minuti, a seconda della grandezza della moka o dell’orziera.

Per preparare una buona tazza d’orzo con le capsule è ancora più semplice, perché basta inserire la capsula nella macchina espresso, assicurandosi che ci sia acqua nel serbatoio, e premere il tasto per versare l’orzo direttamente nella tazzina.

L’orzo è una bevanda che non ha particolari controindicazioni e può essere consumata da chiunque e a qualsiasi età.

Magazine

Mai più senza... Orzo un cereale dai mille benefici.
Capsule alternative Dolce Gusto: come sceglierle?

Dolce Gusto capsule alternative: come sceglierle e tipologie Il sistema di capsule Dolce Gusto è un’invenzione Nescafé per conservare al meglio l’aroma del caffè e…

“Caffè d’orzo” e reflusso: cosa c’è da sapere?

Chi soffre di reflusso può bere l’orzo? Chi soffre di gastrite o reflusso sa che ci sono alcuni cibi da evitare, per non irritare lo…

“Caffè d’orzo” e diabete: cosa c’è da sapere?

Bevande d’orzo e diabete: cosa c’è da sapere Il caffè è per molti una piacevole abitudine a cui è difficile rinunciare. Quello che rende il…

Iscriviti alla newsletter