Come fare un cappuccino cremoso perfetto?

Come fare un buon cappuccino cremoso a casa?

Il cappuccino è parte integrante della cultura italiana, un classico della nostra colazione diventato ormai famoso in tutto il mondo. Oggi è possibile bere un cappuccino a Londra così come a New York, anche se l’Italia resta il Paese in cui la bevanda ha maggiore diffusione.

La tradizione vuole che il cappuccino si consumi rigorosamente al bar con tanto di spruzzata di cacao o decorazione sulla schiuma da parte del barista. Eppure, con gli strumenti e gli ingredienti giusti, è possibile preparare un cappuccino super cremoso anche a casa.

Vediamo come fare un cappuccino cremoso sia con il montalatte che con gli attrezzi che si trovano già in casa.

 

Cappuccino, latte macchiato e caffelatte: le differenze

Prima di scoprire come fare un buon cappuccino cremoso, facciamo chiarezza su cos’è il cappuccino e quali sono le differenze con il latte macchiato e il caffelatte.

Per l’Istituto Nazionale Espresso Italiano (INEI) il “cappuccino di qualità e rispettoso della tradizione” è composto da 25 ml di espresso e da 100 ml di latte montato con vapore. Il latte deve essere di vaccino fresco e avere un contenuto minimo di proteine del 3,2% e di grassi del 3,5%.

La tradizionale schiuma leggermente bombata in superficie oggi è stata sostituita da una decorazione di latte art, un’abitudine nata all’estero che ha preso piede anche in Italia da alcuni anni.

Il latte macchiato è composto invece da uno strato di latte montato (circa 130 ml) su cui viene versata una tazzina di caffè espresso. Stessi ingredienti ma tecnica diversa. Allo stesso modo, il caffelatte (o caffellatte) consiste nell’unire un caffè espresso al latte caldo, senza schiuma.

Sia il latte macchiato che il caffelatte si servono in un bicchiere di vetro invece che nella classica tazza da cappuccino.

 

Come fare un cappuccino cremoso a casa?

Riuscire a ricreare un cappuccino cremoso come al bar non è complicato. Ti proponiamo la ricetta tradizionale e anche un’inedita versione del cappuccino d’orzo con il preparato solubile Orzo Bimbo.

Gli ingredienti per preparare un cappuccino cremoso sono sempre gli stessi: latte intero (dai 100 ai 125 ml, a seconda dei gusti) e caffè (una tazzina).

I passaggi sono semplici: riscaldare il latte senza portarlo a ebollizione, montarlo fino a formare una schiuma densa e lasciarlo riposare. Preparare il caffè e versarlo nella tazza. Aggiungere delicatamente il latte per evitare che si smonti. Zuccherare e decorare a piacere.

 

Come montare il latte per il cappuccino?

È l’operazione più difficile e anche quella da cui dipende la buona riuscita del cappuccino: montare il latte. Esistono diversi modi per farlo a casa, dal più professionale a quello più casalingo.

Se si ha una macchina a vapore, basta usare lo stesso procedimento del bar: mettere il latte in un pentolino d’acciaio sufficientemente ampio, lasciar uscire l’acqua dal beccuccio dell’erogatore e poi immergerlo. Fare un movimento su e giù con il pentolino per dare modo alla macchina di montare tutto il latte. Con dei movimenti decisi, ruotare il pentolino per far sì che il latte sia ben amalgamato e che non ci siano bolle d’aria.

Chi non dispone di un erogatore a vapore, può utilizzare le fruste elettriche che si usano per montare la panna, un frullatore o un mixer a immersione.

In alternativa, si può versare il latte in un barattolo, chiuderlo e shakerarlo fino a formare una schiuma. Dopo, si può scaldare circa 30 secondi nel microonde.

 

Come si prepara il cappuccino d’orzo?

Oggi è possibile preparare un cappuccino cremoso anche con delle alternative, sia al latte vaccino che al caffè. Non è raro trovare bar che propongono il cappuccino di soia o altre bevande vegetali.

Per un cappuccino senza caffeina, invece, è possibile sostituire la tazzina di espresso con una tazzina d’orzo e avere una bevanda gustosa e cremosa da bere a colazione o in qualsiasi momento della giornata.

Altrimenti, per preparare un cappuccino d’orzo cremoso come quello del bar, bastano 2 misurini del Cappuccino d’orzo solubile Orzo Bimbo con 140 ml di acqua calda, zucchero a piacere, una mescolata e via. Senza caffeina né altra sostanza eccitante, quindi adatto anche a bambini, persone ipertese e donne in gravidanza.

Per un cappuccino d’orzo ancora più cremoso e gustoso, invece dell’acqua si può aggiungere la stessa quantità di latte caldo non bollente.

Magazine

Mai più senza... Orzo un cereale dai mille benefici.
Capsule alternative Dolce Gusto: come sceglierle?

Dolce Gusto capsule alternative: come sceglierle e tipologie Il sistema di capsule Dolce Gusto è un’invenzione Nescafé per conservare al meglio l’aroma del caffè e…

“Caffè d’orzo” e reflusso: cosa c’è da sapere?

Chi soffre di reflusso può bere l’orzo? Chi soffre di gastrite o reflusso sa che ci sono alcuni cibi da evitare, per non irritare lo…

“Caffè d’orzo” e diabete: cosa c’è da sapere?

Bevande d’orzo e diabete: cosa c’è da sapere Il caffè è per molti una piacevole abitudine a cui è difficile rinunciare. Quello che rende il…

Iscriviti alla newsletter