Chi soffre di tiroide può bere il “caffè d’orzo”?

Chi soffre di tiroide può bere il “caffè d’orzo”?

Chi soffre di tiroide può bere il "caffè d'orzo"?

L’orzo è una bevanda sempre più apprezzata da chi cerca alternative gustose al classico caffè. Ma chi soffre di problemi alla tiroide può consumare tranquillamente questa bevanda?

La bevanda all’orzo si prepara con orzo tostato e macinato, ha un sapore simile al caffè ed è priva di caffeina. Secondo gli esperti, non esistono evidenze scientifiche dirette che dimostrino che il consumo di orzo abbia effetti negativi sulla funzione tiroidea o peggiori i disturbi tiroidei esistenti.

 

Che cos’è la tiroide

La tiroide è una delle ghiandole endocrine più importanti del corpo umano e secerne due principali ormoni tiroidei: la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3). Ha una forma che ricorda una farfalla ad ali spiegate e regola gran parte dei processi vitali, come il metabolismo, la regolazione della temperatura corporea, la fertilità, il controllo del peso, la crescita e lo sviluppo dei tessuti e degli organi, la forza muscolare.

Un corretto equilibrio ormonale tiroideo assicura il buon funzionamento dell’organismo.

 

L’alimentazione per la tiroide

Per mantenere la salute della tiroide, è fondamentale seguire un’alimentazione equilibrata e controllare l’assunzione di iodio. In realtà, non esiste una dieta specifica per trattare i disturbi della tiroide, ma può essere utile seguire alcune linee guida alimentari tenendo sotto controllo gli alimenti elencati sotto: in caso di ipotirodismo aumentarne il consumo, in caso di ipertiroidismo limitarne l’utilizzo.

Tra questi cibi ci sono tutti gli alimenti ricchi di iodio tra cui pesce azzurro, crostacei, alghe marine, latticini, uova, frutta secca e i frutti rossi.

I cibi che invece bisognerebbe eliminare o almeno limitare in entrambi i casi sono le cosiddette crucifere (broccoli, cavolfiore, cavolo), che possono interferire con la funzione tiroidea e anche la soia per la presenza di isoflavoni che possono interferire con l’assorbimento dei farmaci utilizzati per la cura sostitutiva.

Gli zuccheri raffinati e gli alimenti ad alto contenuto di zuccheri possono contribuire all’aumento di peso, che è spesso associato all’ipotiroidismo.

Un consiglio sempre valido per tutti è quello di limitare il consumo di dolci, bevande zuccherate e cibi ultraprocessati.

 

Tiroide e caffeina

La caffeina è una sostanza stimolante che può influenzare il metabolismo e il sistema nervoso, ma può anche avere effetti sulle funzioni tiroidee.

La tiroide svolge un ruolo cruciale nella regolazione del metabolismo e del funzionamento del corpo e, secondo alcuni studi, bere caffè può ridurre l’assorbimento di alcuni farmaci, tra cui quelli per la cura di patologie tiroidee.

Per evitare questo tipo di conflitto, è sufficiente non eccedere con il consumo di caffè (massimo 3 caffè/giorno) e assumerlo sempre lontano dai farmaci.

 

Orzo e tiroide

Le bevande a base di orzo non hanno effetti negativi sulla salute della tiroide, perché non contengono caffeina o altre sostanze ritenute dannose per l’organismo.

Come per qualsiasi alimento, vige sempre la regola del buon senso, e cioè non eccedere con l’uso e mantenere uno stile di vita sano, con una dieta equilibrata e attività fisica regolare.

Gli esperti consigliano alle persone con problemi alla tiroide di limitare il consumo di orzo a 1-2 tazze al giorno, scegliendo la variante senza zucchero aggiunto. È importante fare attenzione anche alle quantità, non superando i 3-4 grammi di orzo solubile per tazza.

Nell’orzo è contenuto il glutine una molecola infiammatoria, quindi nel caso di malattie autoimmuni come la Tiroidite di Hashimoto dove è consigliato seguire una dieta antiinfiammatoria è buona norma non consumarne in grandi quantità.

Se hai problemi tiroidei o dubbi sulla tua salute legati all’alimentazione, ti consigliamo di consultare un medico specialista per una valutazione personalizzata del tuo caso.

Magazine

Mai più senza... Orzo un cereale dai mille benefici.
Orzo solubile: quali sono le controindicazioni?

Orzo solubile: quali sono le controindicazioni? Chi non può o non vuole consumare caffè espresso, trova nell’orzo un’alternativa altrettanto gustosa. Naturalmente privo di caffeina, l’orzo…

Dove si buttano le capsule del caffè usate?

Hai accumulato delle capsule in plastica del caffè usate e non sai dove buttarle? Leggi allora il nostro articolo e scopri dove si buttano le…

Cappuccino: le alternative
Cappuccino: le alternative

Alternative al cappuccino: quali sono? Il cappuccino rappresenta da sempre la bevanda più comune per la colazione italiana, che si è poi diffusa in tutto…

Iscriviti alla newsletter